Torno ramingo con il sacro cappello!di Marilù Murra

Si ode un profumo di santità

non perché tra noi ci sia castità,

il percorso è lungo, vorrei chiedere tante grazie ma non mi dilungo, non vorrei osare per non sbagliare, perché Tu hai ben presente ciò che nella mia vita è assente.

Non è possibile avere proprio tutto, altrimenti questo viaggio sarebbe un’ esperienza senza costrutto, affrontare gli affanni mi aiuta ad accennare canti di benedizione affinché questo mondo non sia una mera illusione.

Non sono sola e nel buio della notte, quando le mie ossa eran tutte rotte,il mio sguardo ho alzato al cielo e Ti ho imploraTo per donarmi un po’ di zelo,hai steso il Tuo velo misericordioso e mi hai avvolto in un manto caloroso.

Chi fede non ha, la vede come fatalità, alcuni le chiaman coincidenze, io le definisco Presenze, che non sono credenze ma certezza di cose che si sperano e dimostrazione di quelle che non si vedono,anche quando le energie cedono.

Mi hai aiutato a perdonare che  non è  adulare ogni gesto  erosivo, mi hai sostenuto a  vivere senza alcun atteggiamento lesivo, non come essere punitivo ma con un amore purgativo,ogni gesto in aspirazione della luce eterna sarà esplicativo.

Torno ramingo e poso il sacro cappello che non è un orpello ma suggello di fede, speranza e carità

che sarà il mio vello in ogni difficoltà.

Torno ramingo con il sacro cappello

24/07/2022

pH dal web